I viaggi di Ila e Claudio (Bi) - Austria 2006


     Chi siamo
     Ciao a tutti gli amici di “Bici & Tour”; siamo Claudio (classe 1970) ed Ila (classe 1975), cicloturisti per passione.
     La nostra intenzione è di condividere con tutti gli amanti di questo bellissimo sport i nostri viaggi e, magari, trasmettere il nostro entusiasmo a chi ha la curiosità di avvicinarsi per la prima volta a questo tipo di esperienza.

     La filosofia
     La nostra filosofia di viaggio si basa sulla convinzione che spostarsi con la bicicletta permetta di cogliere al meglio le caratteristiche dei luoghi incontrati e faccia assaporare pienamente i paesaggi, gli aromi ed il contatto con la gente.
     Per questo motivo le nostre avventure cicloturistiche sono sempre un mix di chilometri trascorsi a pedalare, di relax, di giornate spese a visitare luoghi interessanti.
     Per i pernottamenti preferiamo appoggiarci a campeggi che consentono di stare all’aria aperta e ci tolgono l’incombenza delle prenotazioni.
     Per i pasti serali andiamo alla ricerca di ristorantini tipici.
     I viaggi si svolgono senza l’appoggio di auto al seguito e tutto l’occorrente trova posto sui portapacchi delle biciclette.

     Le biciclette
     Per i cicloturisti, che come noi non puntano a viaggi “high performance”, il budget per l’acquisto delle biciclette può essere limitato; tuttavia non bisogna sottovalutare l’importanza di utilizzare mezzi comodi e affidabili.
     Per i nostri viaggi abbiamo scelto una mountain bike TREK con montatura SHIMANO XT, con gommatura stradale, ed una city bike OLMO con montatura SHIMANO DEHORE.
     Entrambe le bici sono state equipaggiate con portapacchi anteriore e posteriore e doppia borraccia.
     Il peso trasportato riveste una grande importanza perciò prestiamo massima attenzione nel selezionare un bagaglio veramente essenziale.

     Il percorso
     L’Austria offre un gran numero di opportunità per chi vuole visitarla in bicicletta.
     Esistono nel paese numerose piste ciclabili ben attrezzate e ottimi servizi.
     L’ente del turismo Austriaco vi informerà al meglio guidandovi nella scelta del percorso.
     Le piste sono ben curate ed ottimamente segnalate; il fondo è prevalentemente asfaltato anche se non mancano lunghi tratti di strada bianca.
     Il traffico di veicoli è quindi assente.
     Nei diversi “Information Point”, disseminati lungo il percorso, troverete informazioni esaustive sulle possibilità di alloggio e cartine geografiche dettagliate.
     Le piste vi conducono attraverso le campagne ed i villaggi ma vi permettono anche di spostarvi agevolmente nelle grandi città; semafori, sottopassi, ponti regolano il flusso di biciclette numerosissime ovunque.
     Le biciclette sono ben accettate anche sui treni e sugli autobus e questo costituisce un notevole vantaggio per organizzare il viaggio di ritorno.
     Per l’insieme di queste caratteristiche il cicloturismo in Austria può essere praticato da tutti: gruppi di attempati pensionati, famiglie con bambini, appassionati e principianti.

     Il paesaggio
     La prima parte del percorso ci ha portato dalle cascate di Krimml, attraverso le montagne del parco degli Alti Tauri, fino a Salisburgo per poi proseguire fino a Passau.
     La ciclabile (denominata Tauernradweg) si snoda lungo le rive del fiume Salzach che poi confluisce nel fiume Inn.
     L’ambiente in questo tratto è dominato da imponenti montagne, laghetti e foreste di abeti; i dislivelli da affrontare, tuttavia, sono molto modesti.
     L’architettura tipica delle costruzioni è caratterizzata dall’uso profuso del legno e della pietra.
     La ciclabile entra in Saliburgo e, senza mai interrompersi, prosegue più a Nord verso la Germania fino a Passau dove il fiume Inn si unisce al Danubio.
     La seconda parte del percorso (Donauradweg) è caratterizzata dalla presenza costante del grande fiume navigabile che attraversa la pianura e costeggia numerose cittadine.
     Diverse dighe, per la produzione di energia elettrica, sbarrano il percorso della corrente formando ampie anse dove trova riparo una fauna variegata.
     Il tratto finale della pista ci ha condotto fino a Vienna; la capitale ha una connotazione da grande metropoli europea con quartieri avveniristici e palazzi storici.
     Anche qui le biciclette costituiscono una presenza diffusa.
     La maggiore peculiarità del paesaggio Austriaco è costituita dalla notevole, quasi maniacale, cura del territorio e dal rispetto dell’ambiente; è davvero un piacere attraversare un paese pulito e ordinato tanto da sembrare un piacevole quadretto naif!

     Le tappe
N. PERCORSO KM ALTEZZA
01 Krimml – Zell Amm See – Bruk 61 1076-800
02 Bruk – Pfarrwerfer 54 800-540
03 Pfarrwerfer – Salisburgo 59 540-425
04 Salisburgo – Branau 92 425-340
05 Branau – Scharding 50 340-330
06 Scharding – Schlogen 65 330-280
07 Schlogen – Passau – Linz 53 280-266
08 Linz – Grein 56 266-239
09 Grein – Krems 87 239-203
10 Krems – Vienna 88 203-190

     I plus
     - Il confort offerto dalle attrezzatissime piste ciclabili adatte a tutti.
     - Le città d’arte che naturalmente potrete visitare senza scendere dalle vostre biciclette.
     - La natura rigogliosa delle montagne e i paesaggi del Danubio.

     Consigli
     Per il vostro viaggio in Austria dovrete necessariamente essere preparati per affrontare il rischio pioggia; i temporali, infatti, sono abbastanza frequenti!


  


TORNA HOME PAGE TORNA A IL CANTASTORIE